venerdì 2 dicembre 2011

L'amore a 16 anni

Oggi ho ascoltato una conversazione illuminante tra due ragazzine sedicenni al massimo alla fermata della mia tanto cara linea 132. 
Oggetto della conversazione: come comportarsi col proprio uomo.
La novellina tra le due si diceva stanca di litigare col ragazzo e stanca di esser sempre lei a cercarlo per riappacificarsi. La navigata allora, che insieme al suo tipo ci sta da ben un anno e tre mesi e che quindi c'era già passata, l'ha illuminata di tutta la sua esperienza e saggezza.
Vi riporto il succo dei suoi consigli nel caso vi possano risultare utili, non si sa mai.


CONSIGLIO N°1:
Non tentate un approccio amichevole ai litigi. E' del tutto inutile chiarire. Sparite per quattro ore e poi vedrete che lui vi cercherà per dirvi che gli mancate e forse si scuserà anche.


CONSIGLIO N°2:
Se lui fa ritardo più volte, come fargli capire che ciò non è di vostro gradimento? Semplice: la prossima volta che lui vi darà un appuntamento alle 16:00 presentatevi alle 18:00!


CONSIGLIO N°3 E MORALE DELLA FAVOLA:
Imparate ad essere più cattive (per non usare un altro termine), "tanto loro ti rigirano come vogliono".


Arriva la 130, è la loro linea, le vedo allontanarsi con passo sicuro verso il bus. La novellina sembra essersi rincuorata, la navigata è più fiera che mai.
Per un attimo ripenso a me a 15/16 anni: tutta intenta a scrivere sulla mia agendina segreta versi e pensieri d'amore quando l'amore non sapevo neanche cosa fosse... Non è poi passato tanto tempo da quando avevo 16 anni: o il mondo è andato avanti troppo in fretta o forse sono io ad essere sempre stata un po' indietro perché certe cose, a dire il vero, non le ho ancora imparate!



3 commenti:

  1. Te eri avanti per le cose serie, ed eri indietro per le idiozie. Quindi meglio così

    RispondiElimina
    Risposte
    1. benvenuta nel club!
      comunque tranquilla.....e' il DNA!
      Baciuzzi dalla tua zia...mangiatrice di uomini hihiiihihi!

      Elimina