domenica 25 dicembre 2011

Tu chiamale se vuoi fissazioni

A quanti di voi è capitato di non ricevere risposta ad un semplice sms o ad una e-mail? A quanti è successo di vedersi rifiutare un invito di amicizia sul social network o, peggio ancora, di essere rimosso come amico? Quanti di voi vivono questi episodi con tragicità? Bene, questo articolo è rivolto proprio a voi e vi indicherà preziosi suggerimenti per sopravvivere a quanto sopra elencato.

In caso di mancata risposta:

Per prima cosa, non andate in paranoia. Tranquillizzatevi e pensate razionalmente al probabile motivo della mancata risposta. Incidente stradale? Cellulare/PC rubato? Improvviso ricovero in ospedale? Non pensateci neppure! Siate seri. Avete mai valutato l'ipotesi che il ricevente non abbia credito per rispondere all'sms? (Tra l'altro, con la crisi che corre, è possibile che questo in futuro accada sempre più spesso). E l'ipotesi - più probabile -  che invece non abbia tempo? Pazientate: prima o poi una risposta arriverà.
Se invece sudate freddo all'idea che non voglia rispondervi, allora fate un profondo respiro e accettate l'idea che il vostro ricevente ha tutto il diritto di non avere voglia di rispondervi. Magari è un brutto momento e non ha voglia di sentire nessuno. 
Forse ce l'ha su con voi? Questa ipotesi è remota e tuttavia, anche in questo caso, è giusto prendere atto che la persona ha tutto il diritto di avercela con voi. Pensate ad altro e distraetevi: prima o poi, se davvero ce l'ha con voi, la cosa salterà fuori.

Rifiuto/rimozione vostra amicizia:

Duro colpo per la vostra salute mentale. Vi siete persi nei ricordi del passato per cercare di capire se avete commesso qualche torto nei confronti della persona che non vi ha accettato (o vi ha rimosso) come amici tale da giustificare questa ignobile azione nei vostri confronti. Mantenete la calma: forse è passato così tanto tempo che neanche si ricorda più di voi. Oppure avete pensato al fatto che magari questa persona, più intelligentemente di voi (e questo dovete riconoscerglielo) stringe amicizia solo con chi le è veramente amico/a anche nella vita reale? Ricordatevi che non è il numero di "amici" che avete sul social-network che vi rende speciali, ma che tipo di amici siete sul campo, nella vita di tutti i giorni. E poi consolatevi: se il numero di veri amici che avete nella vita reale supera le dita di una mano allora siete già più che fortunati.
In conclusione il mio consiglio è questo: cerchiamo di stare sereni. Con grande probabilità il mondo non ce l'ha con noi. Cerchiamo anche di essere ottimisti: con un po' di sforzo possiamo riuscire a liberarci dalle nostre manie di persecuzione e a trovare infine conferme, più che negli altri, in noi stessi!

Don't worry, be happy!


4 commenti:

  1. Ciao Martina.... mi piacciono troppo i tuoi post! Credo che tu sia una buona amica sul campo! Da oggi ho ricominciato il mio viaggio in un nuovo blog.... passami a trovare. Ti aspetto! Io ti ho già inserita nella lista di "blog che piacciono a me".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Diana,
      ti ho inserita nella lista dei blog che seguo! Un bacione e a presto!

      Elimina
  2. Ciao Martina, vorresti qualche foto di Pedro scattate oggi?
    Se la risposta fosse affermativa mi forniresti eventuali istruzioni?
    Be happy
    Nico
    P.S Oggi non ho fissazioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nico! Mi farebbe piacere ricevere le foto di Pedro, grazie! Ti ringrazio anche di aver contribuito ad accrescere il numero di visualizzazioni del mio blog! :-) A presto!

      Elimina