lunedì 25 giugno 2012

Un po' di sano menefreghismo

A mio figlio insegnerò quello in cui io non sono riuscita: un po' di sano menefreghismo. Quel tanto che basta per salvaguardare la sua salute emotiva.
Certo, sarà piuttosto difficile dal momento che non sono molto esperta in questo campo e poi perché vorrei che lo imparasse senza far le spese della sensibilità verso il prossimo. Sì, il giusto equilibrio tra forza e sensibilità: forse voglio troppo...
Troverà la sua strada. E se proprio vedo che ha preso un po' troppa ingenuità dalla mamma lo spedisco da mia sorella Cecilia per un periodo di riformazione: in casa sua complessi e paturnie d'ogni sorta sono al bando e il mio bimbo non potrà fare a meno d'imparare! 

4 commenti:

  1. Io le invidio proprio tanto le persone che riescono a farsi scivolare le cose addosso...certo non tutte...però loro riescono a vivere un po' meglio...noi abbiamo sempre il pensiero di essere all'altezza di tutto e tutti...uff....se riesci ad insegnare questo a tuo figlio sei un genio.....verrò a prendere ripetizioni anche io....

    RispondiElimina
  2. Cara Valentina,
    al tuo rientro in Italia ti consiglio un salto da mia sorella! ;)

    RispondiElimina
  3. Prima che dalla zia passerà sicuramente dal papà, il quale non soffre di complessi e vive con molto più distacco molte vicende che producono paturnie.

    ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro amore mio, l'importante è che non creiamo un mostro :D
      Ti amo

      Elimina